Il tessuto Lyocell: storia, caratteristiche, produzione

pantaloni Lyocell

La continua ricerca di materiali e di tessuti a ridotto impatto ambientale, ha portato alla nascita di molti nuovi materiali nel mondo moderno; uno tra questi nuovi materiali è sicuramente il tessuto Lyocell, detto anche Tencel. Con il nome Lyocell o Tencel si intende un materiale creato dall’uomo, a partire dalla cellulosa di legno o la sua polpa, estratta dagli alberi di eucalipto.

Il processo di produzione del Lyocell come tessuto è davvero poco inquinante, infatti come tipologia di materiale, può tranquillamente rientrare nella categoria dei prodotti ecosostenibili. Pur essendo il Lyocell di recente introduzione nel mercato, questo ha già preso posto come materia prima nell’industria tessile e viene impiegata per diversi usi: abbigliamento, arredamento, prodotti per l’igiene, viene impiegato per alcuni capi di protezione di qualche categoria di lavoratori, per alcuni tipi di carta e addirittura anche per la creazione di cuoio sintetico.

Produzione di Lyocell

Il Lyocell venne sviluppato per la prima volta nel 1972 dallo stabilimento di fibre Enka, negli Stati Uniti, ma la prima azienda produttrice di tessuto Lyocell fu in assoluto la Courtaulds Fibers Inc, che nel 1988 ne iniziò la produzione; solo quattro anni dopo la Courtaulds, diede il via a commercializzare questo nuovo tessuto, cessò di chiamarlo Lyocell e sostituì questo nome con Tencel.

Successivamente la divisione Tencel fu ceduta all’austriaca Lezing AG, una delle aziende tessili più grandi al mondo, che ne avviò un’assidua produzione a livello internazionale. Oggi la Lezing AG è una delle più importanti produttrici di tessuto Lyocell/Tencell al mondo, e ha sviluppato anche le fibre cellulosiche Modal, che a differenza delle prime, vengono invece prelevate dagli alberi di faggio; con il termine Tencel si indicano sia i tessuti lyocell che quelli Modal, ma bisogna però sempre prestare attenzione alle etichette sugli indumenti, per verificare che siano realmente originali.

Caratteristiche del Lyocell

Tra le principali caratteristiche che possiamo trovare in un tessuto come il Lyocell, a prima vista, possiamo notare sicuramente la luminosità e la morbidezza del tessuto stesso; chiunque abbia mai indossato questo tessuto avrà già provato e appurato la sensazione confortevole che solo materiali come la seta o il cashmere lasciano sulla pelle. Altra grande qualità del tessuto è la sua incredibile resistenza e la sua notevole capacità di assorbire l’umidità, proprio per questo la sua caratteristica principale è anche quella di essere totalmente traspirante.

Il lyocell può sopportare temperature fino ai 40 gradi, anche la fase di asciugatura non richiede particolari attenzioni, e in più mostra colori particolarmente intensi e vivi, grazie alla capacità di assorbimento delle sue fibre.

Vantaggi e svantaggi del Lyocell

Vantaggi

  • I tessuti Lyolell sono biodegradabili.
  • La filatura delle fibre di cellulosa viene fatta con un solvente, l’ossido amminico, che non è tossico ed è addirittura riciclabile.
  • La produzione del Lyocell è breve, quindi c’è un buon risparmio di energia e d’acqua.
  • Il Lyocell presenta un’elevata durabilità, grazie alle sue fibre elastiche e resistenti.
  • E’ antibatterico, grazie alla sua capacità di assorbimento dell’umidità.
  • E’ adatto alla pelle sensibile.
  • E’ morbido, traspirante e anche molto leggero.

Alcuni svantaggi

Diffidare dalle imitazioni e leggere bene le etichette sui tessuti dei prodotti che si vanno ad acquistare è sempre fondamentale, se non si vogliono fare buchi nell’acqua. Oltre a questo, il tessuto Lyocell non presenta moltissimi svantaggi, se non che il costo è un po’ più elevato rispetto al classico cotone o al poliestere: questo è dovuto alla particolare tecnologia adoperata per la sua lavorazione e produzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *